forme-diamanti

IL TAGLIO DEI DIAMANTI: ECCO LE FORME PIÙ BELLE

Il taglio dei diamanti è in grado di valorizzare le pietre più preziose e donare al gioiello luminosità, eleganza…fascino senza tempo.

Il taglio dei diamanti: dal Rotondo all’Ovale, dal Princess al Marquise

Avete deciso di fare un regalo che stupisca, oppure volete legare un momento importante della vostra vita a un simbolo che lo rappresenti adeguatamente. Un diamante in questi casi è l’oggetto ideale, ma quale? Come per tutte le pietre preziose anche per i diamanti esistono vari tagli e diverse forme che conferiscono aspetti diversi ai gioielli e ne esaltano le altre caratteristiche.

Le ragioni per preferire una pietra rispetto ad un altra possono essere legate alla diversa purezza o qualità di un diamante ma anche ad altre più personali ed estetiche: un taglio “Emerald” potrebbe conquistare una persona per il suo fascino rétro, mentre un’altra potrebbe trovare irresistibile un diamante con forma di cuore.

Vediamo dunque quali sono le caratteristiche dei principali tagli di diamanti: il primo, sicuramente il più diffuso, è quello Rotondo Brillante, conosciuto anche come Brillante. Si tratta di un modello talmente comune che, con quest’ultimo termine, ci si riferisce ormai al diamante stesso. Il motivo di tale successo è presto detto: con le sue 57 faccette il taglio rotondo è quello in grado di esaltare al meglio la pietra, donando lucentezza e armonia grazie alle sue forme ben proporzionate.

Il taglio dei diamanti Oval è la scelta perfetta per chi vuole stupire rimanendo nella tradizione. Pensato da Lazare Kaplan nel 1957 è una variante del taglio rotondo, tecnicamente definito “taglio brillante modificato ovale” leggermente allungato in forma ovale. Il rapporto lunghezza-larghezza contribuisce alla bellezza, all’unicità e all’eleganza della pietra. Grazie a questa particolarità, una pietra ben tagliata e di qualità adeguata può raggiungere una brillantezza eccezionale.

Il Marquise è una diamante molto elegante. noto anche con il nome di Navetta, per la sua forma allungata con le estremità coniche. L’origine del nome di questo diamante è affascinante quanto la sua foggia. Sembra che sia stato il re di Francia Luigi XV a commissionare questo nuovo taglio, le cui linee ricordassero il sorriso della sua amata Jeanne Antoinette Poisson, Marchesa di Pompadour, che lo ricevette in dono e da cui pertanto deriverebbe il nome.

Il taglio Pear, o “a goccia”, un perfetto mix tra il taglio Rotondo e quello Marquise, la sua forma affusolata è perfetta per essere esaltata su un anello o come pendente. Si presta ad essere incastonato in un gioiello elegante, adatto anche ad impreziosire il décolleté.

Tra tutti il taglio Heart è forse quello più particolare e romantico. Dalla inconfondibile silhouette a cuore, il diamante così foggiato è un pegno d’amore inequivocabile. Tagliare un diamante in questo modo richiede precisione e una lavorazione lunga e accurata, un risultato perfetto per inguaribili romantici.

Il taglio Cushion, così chiamato poiché la forma ricorda proprio un dolce cuscino. Le sue linee semplici e al contempo eleganti lo rendono molto di tendenza; la forma quadrata o rettangolare e le sue grandi faccette permettono al diamante così tagliato di essere molto luminoso e brillante. Il taglio Cushion è particolarmente indicato anche per i diamanti colorati o Fancy  Color in quanto accentua la sfumatura cromatica che li caratterizza.

Il taglio Princess, dalla bella forma quadrata, con spigoli vivi, uno dei tagli più recenti, introdotto nel 1980, amato soprattutto in Nord America. Questo taglio ricorda la forma di una piramide, qualcuno ama considerarlo un taglio brillante dalla forma quadrata, anche se si tratta di un taglio misto.

Il diamante Emerald deve il suo nome al taglio classico dato agli smeraldi, da cui prende il nome. Si tratta di una forma molto elegante, poco comune e dal gusto vintage. Con l’ampia tavola superiore è in grado di esaltare e valorizzare al meglio pietre particolarmente pure.

Il taglio Radiant sembra unire le caratteristiche di due tagli distinti: questa volta l’Emerald con il Brillante, per questo molti  lo definiscono “il meglio dei due mondi”. Questa forma è stata sviluppata nel 1970: può avere tra 62 e 70 sfaccettature. A differenza del taglio princess ha gli angoli tagliati.. Il Radiant ha infatti gli angoli obliqui dell’Emerald, mentre forma tipicamente rettangolare dell’emerald risulta invece leggermente addolcita con questo particolare taglio.

Questi elencati sono soltanto alcuni dei tagli particolari. È bene sapere che la forma, al pari della brillantezza e purezza di un diamante, è una qualità fondamentale della pietra e pertanto deve essere garantita da adeguata documentazione. A partire da 0,30 ct, solo una certificazione internazionale può garantire effettive caratteristiche di taglio e qualità della pietra. E’ l’unico

modo per poter essere certi di possedere una pietra con caratteristiche uniche e, soprattutto, autentiche. In questi casi affidarsi a un consulente esperto è la scelta più saggia per essere sicuri di non incorrere in spiacevoli sorprese.

Saremo felici di fornire approfondita consulenza per l’acquisto più adatto alle esigenze e alla storia di chi riceverà ma anche di regalerà un prezioso gioiello dal contenuto simbolico inestimabile.

Vi aspettiamo nel nostro studio, in Via Crescenzio, 43, Scala A, Int. 3 o sul nostro sito internet www.lescreations.it  dove ci sono tutti i nostri riferimenti.forme-diamanti

Condividi